Un viaggio entusiasmante lungo quasi 25 anni che si è arricchito di un traguardo importante per l’azienda, i partner, i fornitori e tutti gli stakeholder che hanno creduto nella qualità e tecnologia delle nostre collezioni. Da venerdì 3 agosto, con il suono della campanella di Palazzo Mezzanotte, le nostre finestre ecosostenibili sono approdate ufficialmente in Borsa Italiana con l’inizio delle negoziazioni sul mercato AIM Italia, dedicato alle PMI ad alto potenziale di crescita.

Si tratta di un milestone significato per noi, che ci apre ai mercati finanziari diventando una public company, ma che ci permette anche di continuare ad investire con maggiore forza nell’innovazione e nella qualità che caratterizzano da sempre i nostri infissi in legno alluminio e legno vetro strutturale. L’operazione di quotazione è avvenuta integralmente in aumento di capitale, nell’ottica di rafforzare la struttura patrimoniale della società e perseguire il nostro percorso di crescita con l’obiettivo di entrare in nuovi segmenti strategici attraverso l’ampliamento della nostra offerta, l’apertura di nuovi store e la crescita attraverso linee esterne.

Siamo orgogliosi di aver portato in Borsa le nostre finestre ecosostenibili che migliorano il Pianeta, in grado di ridurre concretamente l’emissione di Co2 – ha dichiarato Marco Cipriano, Presidente e Amministratore Delegato di Sciuker Frames-. Siamo i primi nel nostro settore ad essere quotati in Italia e fieri di essere la prima società campana a quotarsi sul mercato AIM Italia, con l’auspicio di essere d’ispirazione per tutta l’industria manifatturiera e il Sud Italia. I nuovi azionisti ci hanno dato grande fiducia, per questo motivo abbiamo deciso di andare al riparto per non diluirci troppo in questa prima fase di quotazione. Un importante traguardo, ma anche una nuova partenza: sappiamo di avere molte sfide da vincere e siamo pronti per farlo.

 

Un grazie va a tutti coloro che hanno condiviso con noi questa emozionante avventura: il management, i collaboratori, i clienti, i partner, i rivenditori, gli advisor, gli azionisti e gli stakeholder istituzionali.