Sostenibilità

Il legno è una materia rinnovabile, l’unica materia prima al mondo che, mentre cresce, toglie anidride carbonica all’atmosfera e libera ossigeno. Per crescere infatti, tramite il processo di fotosintesi clorofilliana, la pianta utilizza energia, luce e anidride carbonica. Una pianta giovane cresce molto in fretta e utilizza al massimo questi 3 elementi, migliorando la qualità dell’aria. Una pianta vecchia, invece, ha crescita residua molto lenta. Pertanto, una scelta ecologica corretta suggerisce che quando una pianta è matura venga abbattuta e sostituita con piante più giovani.

La gestione corretta delle foreste

La necessità di garantire una gestione corretta delle foreste, affinché rimangano una risorsa per le generazioni future, ha portato alla nascita e allo sviluppo di schemi di certificazione forestale come il programma PEFC (programme for the endorsement of forest schemes).

 

 pefc-sciuker

La tracciabilità

I principali schemi PEFC garantiscono l’uso delle foreste e del loro territorio, nel rispetto della biodiversità, produttività, capacità di rinnovazione e vitalità, mantenendone le funzioni ecologiche, economiche e sociali e non danneggiando altri ecosistemi. La garanzia si estende alla tracciabilità del legno, attestando che i processi di produzione soddisfino i requisiti stabiliti e nessun legname utilizzato provenga da fonti illegali o da aree protette.

La certificazione FSC (forest stewardship council) è il processo di ispezione condotto in foreste o piantagioni forestali, per valutare in che modo queste sono gestite rispetto a un determinato insieme di principi e criteri di buona gestione.

 

fsc-sciuker